1.000 caratteri: Livio Romano

                                                                               PEDIGREE
                                                                          
by Livio Romano 

Fu quando io e la mia fidanzata andammo a vivere insieme che assaporai le gioie dell’etologia. L’uomo innamorato, si sa, è capace di prodigi sorprendenti. Portavo a spasso questo grasso labrador femmina e dovetti imparare a seguirne il passo, a impartirle gli ordini che le aveva insegnato l’ammaestratore, a levarle il grosso della lordura con salviettine umidificate quando l’obesa si andava a strofinare contro fetide carcasse di pecora o di nutria. Avevo imparato la sottile differenza che passa fra un collare a strozzo e uno a semi-strozzo. Avevo delle frasi preconfezionate quando la gente si fermava incantata dalla morbidezza delle pieghe mascellari, ma era facilissimo mettermi in crisi. Bastava una domanda non prevista dal copione (chessò: “È registrato il pedigree?”) e io andavo nel pallone e scappavo via. Che bellissime ragazze con pitbull al guinzaglio o geometri in pensione dal volpino sbraitante mi interrogassero sulle caratteristiche tecniche della trippona che portavo a spasso: era francamente troppo.

Livio Romano è nato nel 1968 a Nardo’, in provincia di Lecce, dove vive. Insegna inglese in una scuola elementare, e scrive da sempre. Oltre a collaborazioni per giornali riviste radio teatro cinema -gli piace in particolare fare reportage e pezzi di costume- ha pubblicato un racconto in Disertori (Einaudi), tre racconti in Sporco al sole (Besa-Books Brothers), i romanzi Mistandivò (Einaudi 2001) e Porto di mare (Sironi, 2002), il saggio “Da dove vengono le storie” (Lindau, 2000), il lungo reportage dalla Bosnia “Dove non suonano più i fucili” (Big sur, 2005), il romanzo Niente da ridere (Marsilio, 2007). Per Radio RAI 3 ha curato “Gli uomini dalla testa di girasole” per la serie Cento lire, “Diario elementare” per Fahre Blog , “Il fascino mite delle travi di legno” per Storyville. Suoi racconti sono apparsi in numerose antologie e testate, fra cui “Mica male il tuo libro” (Aliberti), “Narrative invaders” curata da Renato Barilli, Linus (“Breve lamento del giovane padre progressista”), Mordi & Fuggi, Manni editore, L’Unita, Ulisse. Insegna scrittura creativa in scuole d’ogni ordine, associazioni, università. Collabora con le pagine culturali dell’edizione pugliese del “Corriere del Mezzogiorno”, inserto del Corriere della sera. Nell’aprile 2011 uscirà il romanzo Il mare perché corre (ed. Fernandel).
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 1.000 caratteri e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...