1.000 caratteri: Gianluca Mercadante

Rutto Sound by Gianluca Mercadante

Al “Rutto Sound” quell’anno vinse un tizio vestito da Superman. Si piazzò primo nella sezione FRASE e la sua performance sbaragliò il resto dei gorgoglianti atleti della digestione. Ruttò, d’un fiato,         “disselavaccaalmulooggitipuzzailculodisseilmuloallavaccahoappenafattolacacca”.
Decisi perciò di candidare alla successiva edizione della curiosa kermesse di Reggiolo il mio amico Wyoming.
In compagnia lo avevamo così soprannominato per via di “Ovosodo”. Era una specie di citazione, un omaggio, diciamo, ma lui mica ruttava soltanto quella parola, come faceva un personaggio del film: lui avrebbe ridoppiato “Robocop”, tanto per dire, o il primo “Batman”, quello di Tim Burton.
Ad ogni modo l’idea era di fargli reinterpretare l’Infinito.
In capo a breve Wyoming riuscì a ruttare i vibranti versi del sommo Leopardi fino a “il guardo esclude”, con buona padronanza della respirazione diaframmatica.
Come suo coach, ero orgoglioso. Mi stava facendo vivere una grande esperienza di catarsi didattica.
Mollò tutto all’improvviso.
Mi disse “Ho trent’anni e l’unica cosa che riesco a fare bene, nella vita, sono i rutti.”
È tuttora la cosa più triste che mi sia mai stata detta.

Gianluca Mercadante è nato nel 1976 a Vercelli, dove vive e lavora. Ha pubblicato “McLoveMenu” (Stampa Alternativa 2002, Premio Parole di Sale), “Il Banco dei Somari” (NoReply, 2005), “Nodo al Pettine – Confessioni di un parrucchiere anarchico” (Alacràn, 2006), “Polaroid” (Las Vegas, 2008), “Il giardino nel recinto di vetro” (Birichino, 2009) e “Cherosene” (Las Vegas, 2010). Decine di suoi racconti sono apparsi in antologie e riviste, alcuni sono stati tradotti in Francia, Germania e Inghilterra. Scrive di critica letteraria per “La Stampa”, “Nella Nebbia”, “Orizzonti”, “Pulp” e “Satisfiction”. Da una sua sceneggiatura il regista Davide Celoria ha girato il cortometraggio “Il gallo del Sant’Andrea” (Promoval, 2007 – Premio Cinema in Diretta).
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 1.000 caratteri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...